X

BIOGRAFIA

Mi chiamo Stefano Bertoli, sono nato a Brescia il 28 marzo 1986. Ho vissuto i primi 3 anni a Flero, un paese appena fuori Brescia, per poi trasferirmi nel 1989 nella mia residenza attuale, a 2km dal centro della città. Sono sempre stato un bambino timido ma curioso, a cui piaceva apprendere e sperimentare nuove cose. Ho dimostrato fin da piccolo una buona attitudine per i numeri e successivamente per la musica. Mi divertivo a fare piccoli conti a mente e a suonare una piccola tastiera. Sono sempre stato un giocherellone, dell’infanzia non ho molti ricordi, se non alcuni rari casi delle scuole materne.
I ricordi si fanno più vivi a partire dalle scuole elementari, frequentate dal 1992 al 1997 dove ho dimostrato una buona predisposizione per lo studio e la scuola, dove è emerso il mio carattere preciso, a volte un po’ pignolo, cocciuto e un po’ brontolone. Tra le esperienze rilevanti e che mi accompagneranno sempre, ricordo che nel 1992 ho iniziato ad andare a nuotare in piscina, i primi anni con corsi. Negli ultimi periodi di scuola elementare iniziavo a frequentare anche una scuola propedeutica per la musica, dove è stato notata la mia buona predisposizione per la musica, in quanto risultavo avanti rispetto agli altri bambini.
Così mi è stato consigliato e proposto di provare ad imparare a suonare il piano e dopo alcune prove da una vicina di casa, ho iniziato a frequentare nel 1997 un giovane maestro privato, che suonava anche nei concerti e che mi ha dato le prime nozioni e i primi stimoli. Intanto ho iniziato a frequentare le scuole medie, dove ho conosciuto persone con cui tuttora seppur in minima parte sono ancora in contatto e i ricordi sono abbastanza vivi e quasi non troppo lontani. Sempre in quel periodo, per una durata di circa un paio d’anni, ho frequentato un gruppo Scout di un oratorio nelle vicinanze di casa mia, i miei genitori un po’ mi spinsero per farmi un po’ vincere la timidezza. Fu un’esperienza di cui ho ancora molti ricordi, anche se è lontana nel tempo e che sicuramente mi fu di aiuto anche se fu abbastanza tribolata per via della mia timidezza. Ma nel frattempo un po’ a sorpresa nel 1998 mi è stato proposto di provare a fare l’esame di ammissione al conservatorio degli studi di Brescia. Così ho preparato alcuni pezzi col mio maestro e mi sono presentato. Non era stata una brutta esecuzione ma la votazione, 6 e 80, non mi permetteva di accedere ai posti disponibili. Ma dopo poche settimane con grande sorpresa ho ricevuto notizia che ero stato ripescato (non si sa come) e così dal novembre 1998 ho iniziato a frequentare il conservatorio di Brescia, seguendo le lezioni del mio grande Maestro, che purtroppo è scomparso prematuramente 2 anni fa. Gli studi di musica procedevano bene, ero molto rigoroso e preciso ma mi mancava un po’ l’espressività (difetto che ho ancora un po’ anche adesso, ma ora sono sicuramente più sciolto). Molto belle le esperienze di saggi, dove tutta la classe del Maestro eseguiva qualche brano, a fine anno verso giugno, dove le famiglie e eventuali amici venivano a sentire i loro piccoli musicisti.
Finite le scuole medie mi sono iscritto al Liceo scientifico Calini di Brescia, iniziato nel settembre 2000 e terminato con la votazione di 100 centesimi nel luglio del 2005. Ho dimostrato ancora una volta buona attitudine per lo studio e soprattutto una buona organizzazione che mi permise di ottenere risultati più che discreto e con sforzi non particolarmente notevoli. Nel 2001 al terzo anno di conservatorio ho preso il diploma in Teoria e Solfeggio, ma purtroppo a inizio 2003, pochi mesi prima di poter fare l’esame del quinto anno (diploma inferiore) mi sono ritirato un po’ tra lo stupore di tutti perché apparentemente andavo bene, e ho continuato a suonare per conto mio rimanendo però sempre in contatto col Maestro a cui ero legato.
Finita l’esperienza in conservatorio ho iniziato ad andare in palestra a fare sollevamento pesi, cosa che mi ha permesso di sviluppare una buona corporatura e di acquistare più sicurezza nel mio aspetto e nei modi di fare. Rimane tutt’ora una mia grande passione, insieme a quella della musica e a quella per alcuni videogames. Riguardo a questa terza passione, alcuni giochi storici per pc hanno segnato le mie ore ludiche passate al computer (il primo mi arrivò nel 1998). Il più importante di tutti è stato conosciuto dagli anni del liceo e tutt’ora lo pratico in alcuni momenti di tempo libero. Dopo il Liceo ho frequentato l’università di ingegneria ramo informatica sempre a Brescia, iniziata nel 2005 e terminata a inizio 2012, con la votazione di 105 su 110.
Dopo aver conseguito la laurea in Specialista Web Creativo presso l’accademia Santagiulia di Brescia con la votazione di 110/110 e lode, con una tesi dal titolo ‘Iturista, una soluzione per il marketing di prossimità’, sto lavorando a vari progetti web di gestione dati, portando avanti gli studi di musica e informatica, non smettendo mai di studiare e imparare cose nuove.